Abusivi gli occupano casa, quando rientra lo denunciano per violazione di domicilio
Abusivi gli occupano casa, quando rientra lo denunciano per violazione di domicilio

La storia paradossale di un sessantenne milanese: quando ha fatto cambiare serratura alla propria casa occupata, gli abusivi hanno chiamato la polizia per farlo allontanare.

Gianfranco Balzi ha sessant’anni ed è milanese. È protagonista di una storia assurda, legata ancora una volta alle occupazioni abusive di appartamenti. Proprietario di unappartamento in una traversa di viale Forlanini, si trasferisce altrove a vivere con la compagna.

Nell’autunno 2013, la casa di sua proprietà viene occupata da una coppia, italiano lui, marocchina lei. Scatta immediata la denuncia ma, racconta Balzi al Giorno, le forze dell’ordine identificano gli abusivi senza sgomberarlo.

Basito, Balzi decide così di agire di propria iniziativa. Approfittando di un momento in cui gli occupanti sono fuori casa, pochi giorni prima di Natale entra in casa, fa cambiare laserratura e si barrica all’interno. Ma è allora che succede l’imprevisto: gli abusivi fanno ritorno e chiamano la polizia.

Sono arrivate due pattuglie, che mi hanno buttato fuori di casa, mi hanno perquisito, mi hanno denunciato e hanno consentito agli abusivi di tornare dentro casa mia – spiega Balzi al Giorno – Mi hanno pure costretto a rimettere la vecchia serratura.” Gianfranco Balzi è stato inoltre denunciato per violazione di domicilio ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni. “È assurdo: sono stato denunciato per la violazione del mio domicilio – protesta – Gli abusivi hanno sventolato un falso contratto di affitto, ma non potevano dimostrare di aver mai versato un euro.

Una storia assurda, ma c’è ancora spazio per la più classica delle ciliegine sulla torta: in quanto proprietario dell’appartamento, al signor Balzi vengono recapitate le bollette per il pagamento del riscaldamento centralizzato. Dopo un po’ ha smesso di pagarle e ora aspetta solo le ingiunzioni di pagamento.

Condividi: