Città Metropolitane: Lega e FdI, referendum contro la Delrio Proposta in Regione Piemonte delibera per cancellare la riforma

“La legge Delrio è fumo negli occhi dei cittadini”: lo sostengono i consiglieri regionali piemontesi di Lega Nord e Fratelli d’Italia, concordi nel chiedere che la riforma degli enti locali venga sottoposta a referendum.
“Con la riforma delle Province si sottrae il diritto di scelta ai cittadini e si penalizzano le piccole amministrazioni a vantaggio dei capoluoghi” spiega Maurizio Marrone di Fratelli d’Italia, firmatario in Consiglio Regionale della proposta di delibera anti-Delrio insieme ai leghisti Gianna Gancia e Alessandro Benvenuto.

“A decidere sui servizi nei piccoli centri – continua Marrone – non saranno più il sindaco o le unioni di Comuni, ma un ente non elettivo e privo di rappresentanza in molti territori, come il Canavese o le alte valli nel caso di Torino”.

“La Delrio non fa risparmiare né elimina passaggi burocratici per le imprese e i cittadini” concorda Gianna Gancia, mettendo in guardia anche dal rischio che “in molti dei nuovi enti designati a lista unica sparisca il controllo dell’opposizione”.(ANSA).

Condividi: