Gli occupano casa, i vigili multano il proprietario
Gli occupano casa, i vigili multano il proprietario

A Trieste i vigili multano il proprietario di un appartamento occupato: non ha impedito l’accesso a un fabbricato pericolante. E scatta la violazione di regolamento edilizio.

Quello delle occupazioni abusive degli appartamenti ormai è un problema nazionale.

Molto, troppo, spesso i proprietari di appartamenti si trovano la casa occupata, i diritti usurpati: in molti casi la polizia può poco, anche dopo gli sgomberi gli occupanti rientrano entro pochi giorni, a volte mandando avanti donne incinte o minorenni.

E di tanto in tanto, al danno si aggiunge la beffa. Quando, per rispettare questo o quel cavillo legislativo, i proprietari di immobili occupati finiscono col dover pagare per le malefatte di qualcun altro. È il caso della storia che arriva da Trieste, dove la polizia locale è intervenuta su segnalazione di un cittadino che aveva notato un edificio in stato di abbandono e occupato abusivamente. E ha multato il proprietario dell’immobile.

Le forze dell’ordine hanno sanzionato il proprietario (una società veneta), reo di non aver fatto di tutto per impedire l’accesso all’immobile, che tra l’altro è anche pericolante, costituendo un rischio per l’incolumità degli stessi abitanti. La società si è così vista recapitare un verbale per violazione del regolamento edilizio, con tanto di ingiunzione di chiudere il portone con ogni mezzo possibile; i proprietari, allertati, hanno annunciato una querela nei confronti degli occupanti abusivi.

Condividi: