Promesse di Renzi non mantenute. Serve uno SHOCK all’economia: aliquota unica e via studi di settore

Matteo Salvini ospite di Agorà il 22 agosto 2014.

Salvini: Renzi aveva promesso di pagare i 68 miliardi di debito verso le aziende entro l’estate, di spendere 3,5 miliardi per le scuole, di dare gli 80€ anche ai pensionati, partite IVA e artigiani. Non è stato fatto nulla di questo.
In questi sei mesi sono aumentati debito pubblico e disoccupazioni. Occorre uno shock: gli studi di settore in un momento di crisi come questa non servono, vanno ABOLITI, così come l’obbligo di pagamento con bancomat per spese sopra i 30€.
Bisogna fare come in altri Stati: aliquota fissa e unica al 20%, così chi oggi paga, pagherà di meno, mentre chi oggi non lo fa è invogliato a farlo.
Le sanzioni alla Russia sono DEMENZIALI, ci costano 1 miliardo e l’Europa cosa fa? Ci dà solo un milione!

Condividi: