Sondaggio sul governo Renzi: troppi annunci e pochi fatti. Fiducia nel premier in calo

La fiducia degli italiani nel premier Renzi, resta elevata, ma registra un calo. Sarà colpa dell’ “annuncite”? Ecco le opinioni degli italiani in un sondaggio Euromedia.

Lo hanno accusato di “annuncite”, una sorta di malattia che spinge il premier Renzi ha fare continui annunci di riforme e svolte a cui però non seguono i dovuti fatti. Il premier ieri ha parlato alla Camera per presentare il programma dei 1.000 giorni e snocciolare dati e date sui provvedimenti approvati o in via di approvazione per dimostrare che non è effetto da tale malattia.

Ma secondo un sondaggio di Euromedia, presentato ieri sera da Alessandra Ghisleri nella puntata di Ballarò, la fiducia degli italiani nel premier Renzi è in calo.

Fiducia in Renzi
Come illustra il primo cartello, Euromedia ha stimato la fiducia dei cittadini italiani nel premier Renzi a partire dal 22 febbraio giorno della sua investitura, fino ai giorni nostri, passando per il boom elettorale registrato nelle elezioni europee.

Il picco più alto di fiducia in Renzi è stato toccato tra giugno e luglio, probabilmente sulla scia del 40,8% registrato dal Pd nelle elezioni europee del 25 maggio. Ad oggi invece, la fiducia nel premier si attesta al 46,5%, percentuale comunque superiore al momento in cui Renzi si è insediato, senza passare dalle urne, a Palazzo Chigi. Probabilmente nell’opinione degli italiani, la legittimazione politica di Renzi premier è arrivata soltanto dopo l’exploit elettorale delle elezioni europee. Ma adesso dopo tanti annunci e non abbastanza fatti la fiducia nel premier registra un calo.

Andamento dell’azione di governo
Nel secondo cartello Ghisleri mostra l’opinione degli elettori sulla velocità dell’azione di governo. Il 42% degli intervistati pensa che il governo Renzi abbia rallentato la sua corsa verso la “svolta”. In effetti il premier ha prima presentato un programma da attuare in 100 giorni con le riforme ritenute più urgenti e poi un piano da portare a compimento in 1.000 giorni, un lasso di tempo ben più ampio.

Problemi del governo
Il terzo cartello approfondisce quello precedente. Euromedia ha chiesto agli italiani il motivo del rallentamento nell’azione di governo. Secondo il 27,7% la corsa di Renzi verso le riforme è costantemente frenata dalle resistenze degli altri partiti in Parlamento. A seguire tra le altre motivazioni: il modo di governo del premier, gli ostacoli delle lobby e infine, l’oggettiva difficoltà a governare l’Italia.

Condividi: